Mi presento

Ciao a tutti, mi chiamo Francesca, sono la mamma di un bellissimo bimbo nato a dicembre 2011.
Sono sempre stata affascinata dal boss delle torte, poi grazie ad una carissima amica ho scoperto che fare e lavorare la pasta di zucchero non era impossibile, così ho deciso di provarci con l’intenzione di preparare la torta per il battesimo di mio figlio. E' stato amore a prima vista!!! Ora è nata una passione infinita che spero un domani possa diventare qualcosa di più..
Vedere la gioia e lo stupore di chi riceve queste torte mi riempie di gioia e soddisfazione, e mi invoglia a cercare di migliorami sempre più.

domenica 14 dicembre 2014

Palline di natale in stoffa

un carinissimo addobbo hand made fatto ricoprendo una pallina di polistirolo con della stoffa natalizia



Stelline decorative in feltro

Un piccolo pensiero per i piccoli una stellina da appendere all'albero con un pò di cioccolatini per festeggiare...
un altra idea semplice e carina per un relago personalizzato per il natale







Porta biscotti in feltro

Dopo tante torte e dolci un pò di fai da te..
ecco dei porta biscotti che ho fatto lo scorso natale come regalo..
un'idea semplice e carina per un relago personalizzato per il natale






mercoledì 5 novembre 2014

torta di mele

Ecco il più classico dei classici.. una buonissima torta di mele. Ecco la mia personale versione

Ingredienti:

300gr di farina
3 uova 
150gr di zucchero
100gr di zucchero di canna
100gr di burro
200ml di latte
una bustina di lievito
3/4 mele (a seconda della dimensione) preferibilmente renette

Procedimento:

Far sciogliere il burro a bagno maria e farlo raffreddare.
Montare i le uova con lo zucchero fino ad ottenere una bella crema spumosa.
Aggiungere la farina setacciata con il lievito, il burro fuso e il latte, amalgamare bene il tutto.
Sbucciare e tagliare a pezzetti piccoli le mele ed incorporarle all'impasto appena preparato.
Cuocere in forno per 40 minuti a 180°.








martedì 4 novembre 2014

cheesecake con lo yogurt

Come primo esperimento con la cheesecake ho voluto provare questa versione allo yogurt trovata sul web rubando l'idea a kikakitchen

Ingredienti:

base:

250gr di biscotti secchi
100gr di burro

mousse:

500gr di yogurt alla fragola
500gr di panna
1/2 cucchiai di zucchero a velo
10gr di colla di pesce

guarnizione:

frutti di bosco qb

Procedimento:

Frullare i biscotti e amalgamarli con il burro fuso a bagno maria. Foderare uno stampo (24/26 cm) versare il composto e appiattirlo con le mani. riporre la teglia in frigorifero a indurure almeno una mezzoretta.
Far ammollare la colla di pesce in acqua fredda per almeno 10 minuti. Intanto motare la panna.
Strizzare la colla di pesce e farla sciogliere in 2 cucchiai di latte o acqua e far raffreddare.
Amalgamare lo yogurt alla panna allo zucchero e alla colla di pesce con movimenti dolci dal basso verso l'alto.
Versare il composto nella teglia a lasciar riposare 4 ore.
Per la guarnizione disporre sopra i frutti di bosco secondo i gusti.
La cheesecake è pronta per essere gustata.





mercoledì 10 settembre 2014

Torta battesimo Emma Sofia


Il tutto era iniziato un paio di anni fa per fare la torta di battesimo a mio figlio Walter ed ora che è il turno del battesimo della piccola Emma Sofia non potevo non fare una bella torta anche per lei.

Tante cose sono cambiate nel frattempo e tante torte son state fatte e mi piace pensare che nel frattempo la mia mano nel fare torte in pdz  sia migliorata  :D

e quindi eccola...

io l'adoro... bhe ma io sono di parte :P







giovedì 28 agosto 2014

pasta frolla per crostate

ingredienti:


300 gr farina
100 gr burro
100 gr zucchero
uova
1 cucchiaino di lievito per dolci 
scorza grattuggiata di mezzo limone

Procedimento:
Mischiare insieme tutti gli ingredienti e lavorarli fino ad ottenere una palla bella omogenea.
avvolgerla con la pellocola e metterla a riposare in frigorifero per lmeno mezz'ora, dopo di che la frolla è pronta per essere usata.

infornare a 180° finchè non è dorata, circa 20/25 min


perchè non servire una bella fetta di crostata alla marmellata di lamponi con una pallina di gelato
 al fior di latte con una spruzzata di cannella? Golosissimo

Oppure con ganache al cioccolato


una vera goduria per il palato






lunedì 30 dicembre 2013

Maizena

Maizena


L'amido di mais, comunemente detto maizena, è una farina bianca che si ottiene
da una lavorazione del granturco. 
È particolarmente indicato per persone celiache, in sostituzione della farina. 
Infatti, le persone intolleranti al glutine non sono intolleranti alle proteine del mais. 
l principale utilizzo dell'amido di mais è quello gastronomico, soprattutto 
per preparare alimenti per gli intolleranti al glutine. Un esempio (molto 
diffuso) è la crêpe con maizena, in sostituzione della farina usata normalmente. 
Ma l'utilizzo più comune della maizena è per la preparazione di polenta. 
La maizena, al contrario di quanto si potrebbe pensare, è anche utilizzata 
per alimenti normali, e non solo per celiaci. 
La polenta preparata con maizena, ad esempio, per la maggior parte è 
destinata a persone senza problemi di intolleranza alimentare. 
La maizena viene anche usata in combinazione con altri alimenti per 
migliorarne alcune qualità, ad esempio come addensante. 
Nelle crêpes viene utilizzato anche con latte di soia per preparare una crêpe 
per intolleranti sia alla farina, sia al latte. Ovviamente, la pasta di questa 
crêpe è anche prodotta senza uova, per intolleranti a questi tre principali allergeni. 

Fonte Wikipedia

Frosting

Frosting

Il frosting altro non è che una crema di burro molto spumosa, che può essere di volta in volta aromatizzata (anche per togliere un po’ il sapore di burro) con cocco oppure con la vaniglia, il cacao, il formaggio philapelphia, la lavanda, il té matcha... dipende molto dalla tortina con cui verrà abbinata.
Si presta a tutte le decorazioni che si fanno con la panna montata, con  l'unica differenza che non smonta e solidifica se messa in frigo... 
Comunque i 2 ingredienti fondamentali sono burro e zucchero a velo. 
Di solito è bianco ma si può colorare o con colorate o
con gli  ingredienti che vengono utilizzati esempio cacao, fragola... 

Ricetta Base: 
100gr burro morbido 
400gr zucchero a velo 
5 cucchiai di panna liquida 
1 bustina di vanillina 


Da questa base nascono mille varianti diverse.. 

Differenza tra muffin e cupcakes

Differenza tra muffin e cupcakes



Cercando sul Web, ecco le varie spiegazioni:
Storicamente:
 i muffins furono portati nelle colonie americane dall’Inghilterra. 
I primi muffins americani infatti sono uguali a quelli inglesi, tipo dei panini piatti lievitati, cotti sul una piastra e serviti caldi con marmellata o altro.
Questo tipo di muffins esiste ancora e viene servito anche in versione salata per colazione, con dentro una frittatina e del bacon. 
Vengono chiamati appunto “english muffin” anche se questo nome non esiste in Bretagna.
I muffins americani moderni iniziano ad apparire dopo il 20esimo secolo, quando essi vengono trasformati per avere una consistenza meno tipo pane e piu’ come un dolce.
Vengono inoltre aggiunti frutti e usati altri tipi di farina. 
Le cupcakes invece sono un fenomeno di origine moderna; la cupcake-mania esplode a cavallo fra il 20esimo e il 21esimo secolo. 
La cupcake e’ un dolce, in realta’ qualunque tipo di dolce, in formato cup, ovvero in porzione individuale. 
Anche i muffin come vengono intesi oggi possono essere considerati infatti un tipo di cupcake.

Tradizionalmente: 
i muffins vengono serviti per colazione, sono solitamente meno dolci dei cupcakes e non vengono guarniti con il frosting, nonostante a volte abbiano un po’ di glassa sopra, oppure crumbles.
I cupcakes invece  vengono quasi sempre serviti con frosting, tipo panna o buttercream, e sono considerati un dessert o uno snack, quindi li troviamo sui tavoli di una festa o dopo cena. 
Inoltre, le cupcakes a volte vengono riempite con una crema o marmellata, mentre i muffins contengono frutti secchi o noci nell’impasto stesso.

Tecnicamente:
dal punto di vista tecnico i cupcakes sono dei dolci veri e propri solo serviti in porzioni individuali; i muffins invece vengono inseriti sotto la categoria quickbreads, pani veloci. 
Sono veloci perche’ non vengono lievitati come il pane, bensi’ si usa il lievito in polvere da dolci. In genere, i cupcakes sono soffici, morbidi e delicati, tipo pan di spagna. 
I muffins sono pesanti e piu’ densi. 
I cupcakes vengono preparati usando il metodo creaming, ovvero ammordidendo prima il burro con la frusta piatta, aggiungendo poi lo zucchero e le uova creando una crema chiara e morbida alla quale si aggiungono gli ingredienti asciutti. 
Per i muffins invece si mescolano semplicemente gli ingredienti asciutti e quelli bagnati separatamente e poi si mettono tutti insieme velocemente, anche lasciando qualche grumo, e si infornano. 
Per le cupcakes si usa la farina normale o da dolci. 
Per i muffins si usa la farina normale o anche farine piu’ pesanti tipo farina di mais e farina d’avena.
In tempi moderni, come avevo precedentemente menzionato, la differenza fra cupcakes e muffins sta diventando sempre piu’ sottile. 
Alcuni pensano che in pratica i muffins sono una scusa per mangiare un dolcetto a colazione!
(fonte paroledizucchero.com)


 O piu semplicemente:

La prima differenza è legata all’orario della giornata durante il quale si consumano questi cibi: i muffin per tradizione (inglese e americana, as usual) si consumano la mattina, a colazione, e quindi sono più grandi mentre icupcake sono più piccoli e vengono mangiati solitamente di pomeriggio, accompagnati dal caffè o dal tè o anche da soli.
La seconda differenza pare essere tra quelle più importante: i cupcake infatti oltre ad essere più piccoli sono di solito glassati mentre i muffin non sono glassati e spesso contengono frutta al loro interno.
Esiste però una terza scuola di pensiero secondo la quale i muffin e i cupcakes si differenziano in quanto i primi sono una sorta di pane, dolce o salato in base ai gusti, con utilizzo di olio mentre i secondi sono delle torte più piccole per preparare le quali si usa burro.
I cupcakes prevedono inoltre che vengano prima mescolati burro e zucchero insieme e poi uniti gli altri ingredienti (secondo il creaming method che li rende più “fluffosi”) mentre i muffin prevedono che gli ingredienti vengano miscelati prima separatamente, umidi e asciutti, e poi insieme in modo da creare un impasto più duro e meno spumoso.
Io seguo questa terza scuola di pensiero per cui:
muffin = pane
cupcake = torta

Un’altra simpatica versione:

“Se scagliate un cupcake contro un muro otterrete un rumore come di testa che affonda sul cuscino mentre se scagliate un muffin contro un muro otterrete un suono simile ad un tonfo”

A voi la scelta della definizione che preferite…

Come si fanno cupcake perfette: le 10 regole di Cakemania



Come si fanno cupcake perfette: le 10 regole di Cakemania

direttamente dal sito cakemania ecco le regole per dei perfetti cupcake

1.    Gli ingredienti devono essere tutti a temperatura ambiente: sia quelli per le cupcake, sia quelli per il frosting.
2.    La lavorazione della pastella deve seguire sempre questo principio: sbattere prima il burro con la frusta fino a renderlo cremoso, quasi montato, poi aggiungere lo zucchero, sempre sbattendo (questi due passaggi richiederanno 5-6 minuti). Unire poi, alternandoli, gli ingredienti secchi (farina, agenti lievitanti, cacao già setacciati insieme) e quelli liquidi (latte, succo di frutta, essenze aromatiche già mescolati).
3.    I pirottini devono essere inseriti in una teglia apposita, quella da muffin. In questo modo le cupcake manterranno la forma; i pirottini lasciati liberi su una placca cederanno sotto la pressione della pastella e vi daranno cupcake larghe, basse e dalla forma disordinata.
4.    La pastella deve riempire solo ¾ del pirottino. Lievitando arriverà al bordo, o lo supererà appena al centro. Una cupcake più alta dovrebbe essere poi livellata per poter essere ben decorata.
5.    Le cupcake devono cuocere a 180°, in media una ventina di minuti. Controllate se sono pronte inserendo uno stuzzicadenti al loro centro, se uscirà asciutto toglietele dal forno. Con le cupcake che hanno un impasto chiaro basta vedere quando il bordo intorno al pirottino comincia a dorare.
6.    Aspettate una decina di minuti dopo averle tolte dal forno, poi con un guanto estraete le cupcake dalla teglia e mettetele a raffreddare su una griglia. Come ogni torta o biscotto, le cupcake devono essere completamente fredde per poter essere glassate, ricoperte o decorate.
7.    Prima di decorarle con pasta di zucchero o pasta di mandorle tagliate di misura con coppapasta rotondo, le cupcake devono essere ricoperte da uno strato di ganache o crema al burro. Come ci insegna Toni Brancatisano, “hanno bisogno di qualcosa di morbido che le renda ancora più deliziose, senza contare che lo strato di crema farà da collante e livellerà le eventuali imperfezioni”.
8.    Per glassare in modo veloce ed efficace le cupcake basta intingerle in una crema molto morbida o in una glassa e fargli fare un giro col polso. La copertura si livellerà naturalmente e si presenterà liscia ed elegante, pronta per accogliere un dettaglio decorativo.
9.    Il frosting più classico è la buttercream alla vaniglia, che si conserva a temperatura ambiente per tre giorni. Può essere spalmata con una spatola o estrusa in modo più elaborato con un sac-à-poche per ottenere diversi effetti a seconda delle bocchette usate.
10. Se non avete una scatola apposita per trasportare le cupcake in sicurezza, potete inserirle nella teglia in cui sono state cotte, avendo cura di infilare sotto ogni dolcetto una striscia di carta che vi aiuterà a sollevarle senza toccare la copertura.

domenica 29 dicembre 2013

Torta Peppa Pig per compleanno Walter

Torta Peppa Pig per compleanno Walter

Per festeggiare in famiglia il secondo compleanno dell'amore della mia vita ecco una torta con il suo personaggio preferito PEPPA PIG.
All'interno una torta allo yogurt al cioccolato con goccie di cioccolato, farcita con crema rocher, bagna di latte e nesquik, ricoperta di ganache al cioccolato.
Bellissimo vedere la sua espressione quando l'ha vista!!! la sua gioia ti riempie il cuore..
Auguri amore della mamma.







sabato 28 dicembre 2013

Torta compleanno Walter (per asilo)

Torta compleanno Walter (per asilo)


Per festeggiare il secondo compleanno dell'amore della mia vita con i suoi amichetti dell'asilo ecco una torta tutta ricoperta di marshmallow. All'interno una torta allo yogurt al cioccolato con crema rocher, bagna di latte e nesquik, ricoperta di ganache al cioccolato e rivestita di marshmallow.









mercoledì 27 novembre 2013

Pan brioche

Pan brioche


Ingredienti:

500gr farina 00
50 gr zucchero semolato
1 bustina di lievito di birra secco (oppure 25 gr lievito di birra)
150 gr latte
100 gr di burro
2 uova intere e 1 tuorlo per spennellare la superficie
un pizzico di sale

Preparazione:

Fare intiepidire il latte e scioglierci il lievito se è quello fresco se no aggiungerlo con la farina.

Nel frattempo versate a fontana la farina e lo zucchero in una ciotola. Versare il latte al centro della fontana insieme a 2 uova, il sale e il burro ammorbidito e spezzettato a tocchetti.
Lavorare bene l’impasto in modo da ottenere un panetto morbido ed elastico e farelo lievitare per circa 1 ora fino a che non sarà raddoppiato di volume.

Metterlo poi  in uno stampo apposito, coprire e far lievitare ancora per 1 ora, spennellare con 1 uovo sbattuto, quindi infornate a 180°C per 30 minuti.


Suggerimenti:
Il pan brioche può essere farcito con marmellate o nutella.

All'impasto prima dell'ultima lievitazione si può dare la forma che si vuole, albero, fiore, orsetti ecc...
Le dosi di farina, burro e uova non sono prestabilite possono variare in base al risultato che volete ottenere, se più ricco di gusto o più leggero.



lunedì 25 novembre 2013

Danubio dolce

Danubio dolce

Ingredienti:

650 gr farina 00
250 ml latte
1 uovo
80 gr zucchero
50 ml olio extra vergine di oliva
un pizzico di sale
25 gr lievito di birra oppure un abustina di lievito secco
nutella (oppure marmellata)
1 tuorlo per spennellare la superficie

Procedimento:

In una ciotola aggiungere la metà della farina, l’uovo intero, lo zucchero, l’olio, il lievito sciolto nel latte tiepido(se è quello fresco se no aggiungerlo alla farina) e infine il pizzico di sale.
Impastate tutti gli ingredienti energicamente  e dopo alcuni minuti unire la rimanente farina poco per volta, sarà più facile regolarsi sulla quantità che necessità ( la quantità della farina dipende dalla sua umidità e dal peso dell’uovo). Impastare sino ad ottenere un impasto sodo e ben amalgamato. 
Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio.
A lievitazione avvenuta riprendere la pasta e formate delle pagnotelle da 70/75 gr, allargarle e farcirle con un cucchiaino scarso di nutella richiudere le palline e sistemarle ben distanziate in nello stampo tondo da 26 cm rivestito di carta forno e far lievitare per altri 20 minuti.
Sbattere il tuorlo e spennellare delicatamente l’intera superficie del danubio.
In forno preriscaldato a 200° per i primi 5 minuti e poi a 180° per circa 20/25 minuti avendo l’accortezza di coprirlo con carta forno 10 minuti prima del termine della cottura.